Sulla via

Respirazione circolare consapevole

respirazione meditazione

La respirazione circolare consapevole

Ti progongo una tecnica di facile ettuazione ma di grande efficacia: la respirazione circolare consapevole.

Questa respirazione è molto indicata per cominciare il proprio percorso di crescita e di espansione della consapevolezza. Molto utile per elevare il livello di energia e di consapevolezza, sciogliere blocchi interiori, acuire l’intuizione, accedere al sapere silenzioso.

Una respirazione per cominciare

Tutto quello che ci succede dipende dal livello di consapevolezza in cui ci troviamo e dal livello di energia di cui disponiamo.

Se ti trovi all’inizio del tuo percorso di crescita e/o con un livello non elevato di energia, puoi provare la respirazione consapevole.

Consiste in questo:

1) siediti comodamente nella posizione che preferisci avendo l’accortezza di mantenere la colonna vertebrale ben diritta;
2) respira nel modo più naturale che ti viene e con dolcezza, senza alcuna interruzione (cioè senza alcuna ritenzione di respiro) tra inspirazione ed espirazione;
3) concentrati con gentilezza, senza nessuna forzatura, sulla respirazione stessa: sull’innalzarsi e l’abbassarsi dell’addome o sull’aria che ti entra ed esce dalle narici, si espande nei polmoni e poi ne fuoriesce;
4) se ti dovesse capitare, e ti capiterà, specialmente all’inizio, di divagare col pensiero, ritorna delicatamente a concentrarti sulla respirazione;
5) comincia a praticare questa respirazione per qualche minuto e aumenta progressivamente la durata fino ad arrivare a 15 minuti;
6) pratica almeno una volta al giorno, preferibilmente al mattino presto, come prima attività, o la sera, come ultima, prima di andare a dormire. Meglio ancora se pratichi mattino e sera.

Se ti accorgi che la tua mente divaga troppo e si perde continuamente nel chiacchiericcio interiore o nelle fantasie incontrollate, puoi usare questo espediente per concentrarti meglio: ripeti mentalmente la seguente frase

IO-SONO-QUI-ORA.

Fallo nel seguente modo:

Inspirazione: io
Espirazione: sono
Inspirazione: qui
Espirazione: ora.

Continua così.

L’intenzione dovrebbe essere quella di acquisire ed espandere la propria consapevolezza senza nessuna aspettativa o vantaggio. Meno ti aspetti e più risultati otterrai. Questo sembrerebbe in contrasto con tutto quello che insegna il pensiero positivo. Ma qua non si tratta di ottenere qualcosa ma di entrare in contatto con l’Essere che è in te e di espandere la tua consapevolezza. Senza consapevolezza non si va da nessuna parte: è il motivo per cui molte persone falliscono e non sanno neanche perché. I vantaggi verranno ma saranno una piacevole conseguenza della pratica, ottenuti senza alcuno sforzo particolare.

Una volta acquisita la padronanza di questa semplice tecnica puoi passare al resto.

Non sottovalutare questo tipo di respirazione. Nella sua semplicità, è invece molto potente. Oltre ai benefici suddetti, ti ancora al momento presente, muove la tua energia e ti permette di sciogliere eventuali blocchi interiori. Acuisce, inoltre, la tua intuizione e ti permette di accedere al sapere silenzioso, a quella parte di te che sa tutto, ti dice quel che è giusto per te e ti spinge ad intraprendere la giusta azione al momento giusto.

Questa è contemporaneamente una respirazione e una meditazione. L’importante è che non ti forzi.

Col tempo ne ricaverai altri indubbi vantaggi:

un aumentato livello di energia e di vitalità
una maggiore capacità di concentrazione
una maggiore chiarezza ed acutezza mentale
un’espansione della consapevolezza…

Per approfondire:

Michael Brown: Il processo della presenza
Leonard Orr: Il libro del Rebirthing
Arturo De Luca: Rebirthing

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *